SANTI LAGANÀ

BIOGRAFIA

Santi Laganà è nato nel 1954 a Reggio Calabria, si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Siena nel 1978.
Il caso ha voluto che la sua vita prendesse una strada diversa da quella sognata, avviandolo verso una pur lusinghiera carriera in una grande banca italiana.
Oggi, nel suo buen retiro nella campagna di Cerveteri, può coltivare con maggiore impegno le passioni di sempre: la lettura, la scrittura e la bicicletta.
La trilogia del Ferro e del Sangue – in uscita per Mondadori – è il suo esordio nel genere del romanzo storico, ed è frutto di una passione per l’alto medioevo che si è andata consolidando negli ultimi anni.

PUBBLICAZIONI

Titolo:
I giorni del ferro e del sangue
Casa editrice:
Mondadori
ISBN:
9788804722526

Sul trono papale siede un adolescente perverso e corrotto, ciò che resta dell’Italia indipendente è allo sbando dilaniata da lotte intestine e le campagne sono una terra di nessuno dove la violenza e il sopruso la fanno da padroni.

Anna è una contadina di quindici anni che conduce un’esistenza misera e asservita. Quando la sua famiglia viene trucidata e l’ultimo fratello rapito per essere ridotto in schiavitù, decide di continuare a vivere per inseguire quell’ultimo brandello di affetti e, sorretta da una volontà indomita, inizia una dolorosa peregrinazione per terre sconosciute e ostili, tra aiuti misericordiosi e feroci violenze.

Nel suo tormentato cammino incontrerà un cavaliere dall’oscuro passato e un improbabile presente, un vecchio dall’aria mansueta che nasconde insospettabili risorse e un giovane vagabondo sfrontato e generoso: una strana compagnia con cui cercherà di farsi giustizia fin dentro i palazzi più segreti di Roma.

Ambientato in uno dei periodi meno conosciuti e più bui della nostra Storia, I giorni del ferro e del sangue è un affresco senza filtri né retorica di un’epoca brutale quanto affascinante, ma anche la straordinaria parabola di una memorabile protagonista: una giovane donna che nel più maschilista dei mondi non si rassegna a un destino già scritto e tenacemente lotta per conquistarsi il diritto a una vita migliore.

Titolo:
Anno mille. L’inizio della fine
Casa editrice:
Mondadori
ISBN:
9788804735205

A.D. 963. Roma vive uno dei momenti più tragici della sua storia infinita. La guerra civile incombe tra le strade e i palazzi nella trepida attesa che Ottone il Grande torni a imporre una volta per tutte la propria legge. Il giovane Papa fedifrago ha i giorni contati ma è deciso a vender cara la pelle. Tutto attorno è rovina: la città agonizza, le campagne sono abbandonate alle violenze e ai soprusi di bande di ogni risma, non esistono regole, e sopravvivere è sempre più il primo comandamento per tutti; per molti l’unico.

Perché questo è solo l’inizio della fine di un mondo che non sarà mai più lo stesso.

È il mondo di Anna, che ha superato pene e sofferenze indicibili, e adesso vive finalmente giorni sereni. Purtroppo, però, il destino non è ancora sazio di perseguitarla, e nuovi terribili dolori la costringeranno una volta di più a rimettere in discussione la propria indomita esistenza.

È il mondo di Arnolfo, che continua la sua vita raminga di fedele e strenuo paladino di una causa irrimediabilmente persa.

Ma è anche il mondo di Alì, un pirata saraceno, di Miguel, un ladruncolo ispanico, di Gregorio e di Bartolo, due vecchi mercenari in cerca degli ultimi brandelli di gloria, e di tanti altri che vivono storie parallele, lontane e diverse, che pure sono destinate a incrociarsi.

Gioie fugaci e dolori sanguinosi li attendono. Accomunati come sono dalla volontà di non arrendersi alla ignobile realtà del loro tempo.

EDIZIONI ESTERE

Diritti di traduzione:
Suma de Letras (Spanish)
La Campana (Catalan)